Saltar para: Posts [1], Pesquisa [2]

Fundação Nadir Afonso

NADIR AFONSO - laurafonso@sapo.pt

Fundação Nadir Afonso

NADIR AFONSO - laurafonso@sapo.pt

31
Jul12

Nadir Afonso, mostra a Roma

Laura Afonso

Vortici di colore che si sovrappongo e confluiscono in forme geometriche essenziali, giustapposte sapientemente in un equilibrio rassicurante; perfezione spaziale e accenni di surrealismo; rielaborazione del linguaggio metafisico di derivazione "dechirichiana".

Tutto questo è quello che troverete all’interno della splendida mostra dal titolo Nadir Afonso - Architetto, pittore e collezionista, curata da Stefano Cecchetto e dedicata al famoso pittore e architetto portoghese (classe 1920) aperta al pubblico fino al 30 settembre presso il Museo Carlo Bilotti di Roma. Il percorso espositivo è un vero e proprio viaggo alla scoperta delle città del mondo: Roma, Kuala Lampur, Firenze, Toronto, Pechino. Afonso ha iniziato a dedicarsi a questo ciclo di tele (e continua tutt'ora) a partire dagli anni Settanta, con lo scopo di «mettere in risalto il segno delle architetture e il fascino universale delle città come luogo di appartenenza». Ma non mancano anche ritratti, scene di vita quotidiana, paesaggi, che riprendono il periodo pre-geometrico e barocco del pittore.

Ciò che maggiormente colpisce dei quadri di Nadir Afonso sono la brillantezza, la vivacità, e i perfetti accostamenti cromatici. Tutto è in perfetto equilibrio: linee nette che si sfumano in forme geometriche delicate ma ben rintracciabili che paiono scomparire nella decisione dei colori. Ogni opera cattura l’attenzione dello spettatore attraverso delicati vortici di colore che gli danno la sensazione di essere trasportato all'interno delle tele. Ma oltre ai quadri del pittore portoghese, durante il percorso scoviamo anche Afonso collezionista, trovandoci di fronte a opere dipinte da Pablo Picasso, Max Ernst, Candido Portinari, Giorgio De Chirico, Max Jacob, Fernand Legér - maestri della pittura del Novecento - con i quali lo stesso Nadir Afonso ha lavorato e si è confrontato durante la sua vita. Una mostra imperdibile, che porta il pubblico alla scoperta di uno dei massimi maestri dell’architettura e della pittura del scorso secolo, abile ancora oggi a sperimentare e ad evolversi in ogni sua creazione, capace di emozionare con le sue opere evanescenti ma allo stesso tempo “solide” e brillanti.


31
Jul12

Nadir Afonso, geometria e invenzione

Laura Afonso

12/7/2012

Nadir Afonso, geometria e invenzione

A Roma un’esposizione dedicata al pittore e architetto portoghese. In mostra i suoi dipinti, dall’esperienza surrealista all’astrattismo, e quelli di amici artisti, oltre ai progetti realizzati in collaborazione con Le Corbusier e Niemeyer

Nadir Afonso, Electra e Oreste, 1996, Guache sobre papel, 27,5x32,5 cm
Nadir Afonso, Electra e Oreste, 1996, Guache sobre papel, 27,5x32,5 cm
Dal 18 luglio al 30 settembre, il Museo Carlo Bilotti di Roma rende omaggio al grande pittore, architetto e filosofo portoghese Nadir Afonso, nato a Chaves nel dicembre del 1920, con una mostra curata da Stefano Cecchetto. L’esposizione ha preso forma due anni fa in occasione dei novant’anni di Nadir Afonso, che sono stati celebrati dalla Fondazione istituita dall’artista stesso, attraverso l’ideazione delle rassegne da presentare a Parigi, Rio de Janeiro e Lisbona: in Italia le tappe saranno due; dopo Roma, seguirà la presentazione a Venezia, in occasione della Biennale di Architettura, che approfondirà la figura di Nadir Afonso quale architetto e artista, nonché le sue collaborazioni con Le Corbusier e Oscar Niemeyer.
Come sottolineato dal titolo stesso dell’esposizione, “Nadir Afonso. Architetto, pittore e collezionista”, la rassegna non guarda solo alla produzione pittorica dell’artista portoghese, ma anche all’attività di collezionista, esponendo anche opere degli amici artisti con i quali ha lavorato, conosciuti durante i soggiorni in Brasile e Francia: difatti, dopo la formazione presso l’Accademia di Belle Arti a Oporto, si trasferì a Parigi, divenendo amico e collaboratore di Le Corbusier, con il quale lavorò dal 1946 al 1951, e quindi a Rio de Janeiro, al seguito di Oscar Niemeyer, con cui collaborò tre anni, conoscendo, inoltre, l’artista italo-brasiliano Candido Portinari. Nel 1954, l’artista tornò nella Ville Lumière dove partecipò a numerose mostre di pittura alla galleria Denise René, conoscendo Pablo Ricasso, Max Ernst, Giorgio de Chirico, Max Jacob, Fernand Leger e molte altre illustri personalità dell’epoca.
Nelle sale del Museo Carlo Bilotti, l’itinerario espositivo ricrea l’atmosfera di fervore del secondo Novecento, periodo in cui la confluenza tra i generi e lo scambio intellettuale fu certamente il motore di importanti innovazioni in campo artistico. Lo stesso Nadir prese parte al dibattito sull’estetica dell’arte, pubblicando diversi libri, quali Les Mécanismes de la Création Artistique, La Sensibilité Plastique, Aesthetic Synthesis, Le Sens de L’Art, Universo e o Pensamento, The arts: erroneous beliefs and false criticisms, Nadir Face to Face with Einstein.
Il percorso rende visibili le opere di alcuni degli artisti che facevano parte dell’entourage di Afonso, quali Pablo Picasso, Max Ernst, Candido Portinari, Giorgio de Chirico, Max Jacob, Fernand Legér. In particolare, le opere scelte richiamano il clima barocco della città e della poetica metafisica, in quanto vogliono approfondire la lezione dechirichiana che ha molto influenzato l’espressionismo dell’artista: Nadir Afonso partiva, difatti, dall’esperienza surrealista, dopo il periodo barocco che, arriva fino alle ricerche pittoriche dell’amico Giorgio de Chirico, per giungere poi all’astrattismo e concentrare le sue ricerche su rigorose costruzioni geometriche che rimandano allo spazialismo e al costruttivismo degli anni Sessanta fino all’esperienza di artisti quali Victor Vasarely, Richard Mortensen, Auguste Herbin e André Bloc.
In particolar modo, l’itinerario mette in rilievo il lavoro contemporaneo dell’artista e la produzione degli ultimi dieci anni, presentando, tra le altre opere, Florença del 2006, Kuala Lumpur del 2008, Toronto del 2007, e Citade Incerta del 2010, in cui l’artista esplora un nuovo linguaggio delle forme, attraverso l’apparizione di un’architettura in divenire, tra linee rette e ondulate dagli accesi cromatismi.



30
Jul12

APERITIVI AD ARTE AL MUSEO BILOTTI

Laura Afonso

http://www.cuspidemagazine.com/2012/07/aperitivi-ad-arte-al-museo-bilotti.htmlhttp://www.cuspidemagazine.com/2012/07/aperitivi-ad-arte-al-museo-bilotti.html

 

CU.SP.I.D.E.magazine

lunedì 30 luglio 2012

APERITIVI AD ARTE AL MUSEO BILOTTI

5 serate estive nella suggestiva cornice di Villa Borghese
Visita al museo con aperitivo e concerto alla Casina del Lago

Per il terzo anno consecutivo, dal 26 luglio al 13 settembre 2012, tornano al Museo Bilotti “Aperitivi ad Arte” con 5 aperture straordinarie serali del Museo dell’Aranciera e delle due mostre Nadir Afonso. Architetto, pittore e collezionista e Terrafuoco, accompagnate da aperitivo ed esibizione live degli artisti del Saint Louis College of Music.

Dalle ore 19 alle ore 22.00, si potrà degustare un drink e assistere alle performance musicali offerte presso la raffinata caffetteria della Casina del Lago e nel frattempo ammirare la pregiata selezione di opere di Nadir Afonso, che raccolgono la poetica metafisica e la lezione dechirichiana del poliedrico artista portoghese. Alla produzione pittorica di Afonso, che raffigura la rinnovata vitalità dell’arte del secondo Novecento, la mostra romana affianca lavori di amici artisti come Pablo Picasso, Max Ernst, Candido Portinari, Giorgio de Chirico, Max Jacob, Fernand Legér, a testimonianza del loro sodalizio artistico e della sua attività di fervido collezionista.

Presso la Project Room del museo 25 opere di Roberta Pugno, la pittrice- filosofa di Terrafuoco, espressione di un affascinante poetica incentrata sull’incontro-tensione tra contrari: terra/materia (l’apparentemente immobile, il finito) e fuoco/energia (il movimento, l’infinito).
Aperitivi ad Arte è un’iniziativa promossa dall’ Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale - Sovraintendenza ai Beni Culturali in collaborazione con Gelmar Srl, nell’ambito delle iniziative dell’Estate Romana 2012.

28
Jul12

L’eclettico Nadir Afonso a Roma

Laura Afonso

fonte: http://www.ghigliottina.it/new/l%E2%80%99eclettico-nadir-afonso-a-roma/

 

 

L’eclettico Nadir Afonso a Roma

 

Al Museo Carlo Bilotti la collezione dell’architetto portoghese

Geometrie estrose che spingono l’arte oltre il surrealismo, il cubismo, il dadaismo, oltre quelle correnti che rinnovarono la pittura ad inizio del XXº secolo.

nadiralfonso

La mostra Nadir Afonso. Architetto, pittore, collezionista, partita il 19 luglio, ricostruisce il percorso artistico del pittore attraverso le sue principali influenze, da Picasso a Ernst, da Jacob a De Chirico, che più di tutti ha condizionato l’inventiva di Afonso.

L’esposizione prese corpo due anni fa quando, in occasione del 90esimo compleanno, la Fondazione Nadir Afonso, istituita dallo stesso artista, decise di dar vita ad una serie di mostre di livello internazionale.

Roma è la quarta tappa, dopo Parigi, Rio e Lisbona, a cui seguirà Venezia, dove verrà messo in luce il suo lavoro di architetto, ed in particolare le collaborazioni con Le Corbusier (dal 1949 al 1951) e Oscar Niemeyer.

Le nuove correnti esplorano innovativi linguaggi artistici culminati nell’astrattismo e nella metafisica di cui Afonso è un eccellente rappresentante. Basti guardare ad A Cidade dos Príncipes (1999), Florença in cui la città toscana è costruita all’apice di un’iperbole immersa nel rosso (2006), Kuala Lampur (2008) un vortice di forme circolari dai colori accesi tra cui spiccano cerchi concentrici rossi e Citade Incerta (2010) in cui a dominare sono schizzi orizzontali di nero, trasmettendo un senso di isteria.

Le città raffigurate nelle opere di Afonso sono frutto delle molteplici esperienze di vita vissute dall’artista. In primo luogo il suo paese d’origine, l’ambiente rurale di Chaves, poi Oporto e la sua architettura barocca, i paesaggi rocciosi di Cascais fino alla romantica Parigi, dove incontra i maestri di quei nuovi movimenti artistici europei, di cui rimane affascinato, perseguendo però una strada più personale e dedita all’architettura, come rivela la ricerca della perfezione geometrica delle forme nelle sue opere.

Le sue riflessioni sull’arte non produssero solo opere di rilievo come quelle citate ma anche, più ampiamente, un discorso sul mutamento dell’arte di cui sono testimonianza le seguenti opere: Les Mécanismes de la Création Artistique, La Sensibilité Plastique, Aesthetic Synthesis, Le Sens de L’Art, Universo e o Pensamento, The arts: erroneous beliefs and false criticisms, Nadir Face to Face with Einstein.

 

28
Jul12

La mostra Nadir Afonso del Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese a Roma

Laura Afonso
28 luglio 2012
11:20

La mostra Nadir Afonso del Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese a Roma

Omaggio all'artista e architetto portoghese. Fino al 30 settembre.


 
La mostra Nadir Afonso del Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese a Roma.

Architetto, pittore e collezionista, la mostra nasce da un’idea di Stefano Cecchetto ed è la retrospettiva, dedicata all’architetto e artista portoghese che ha collaborato con Le Corbusier ed Oscar Niemeyer, un omaggio, alla sua ricerca e alle sue frequentazioni culturali.

Il percorso della mostra è stato pensato già due anni fa per volere della Fondazione Nadir Afonso, istituita dallo stesso architetto, in occasione dei suoi novant’anni con l’obiettivo di promuovere mostre di respiro internazionale. Architetto, pittore e filosofo, Nadir Afonso nasce a Chaves il 4 dicembre 1920 e si laurea in Architettura a Oporto, dopo di che si trasferisce a Parigi dove collabora con Le Corbusier dal 1946 al 1951; successivamente parte per Rio de Janeiro e ha l’opportunità di collaborare con Oscar Niemeyer per tre anni. Torna a Parigi nel 1954 e stringe amicizia con numerosi artisti importanti tra cui Pablo Ricasso, Max Ernst, Giorgio de Chirico, Max Jacob, Fernand Leger: questi lo avvicinano al mondo dell’arte e della pittura, che dal 1965 diventano le attività cui Afonso si dedica prevalentemente, spaziando dall’astrattismo al costruttivismo. Tra le numerose opere esposte si potrà da oggi lasciarsi affascinare dai vorticismi cromatici e dalle geometrie delle città di Nadir Afonso, che rimandano alla sua ricerca di uno spazio nuovo e strutturato, seppur apparentemente in divenire: da Florenca a Kuala Lumpur, da Detroit a Toronto (opere recenti), le composizioni si presentano sospese nello spazio e quasi evanescenti, rivelatrici del suo personale linguaggio metafisico.

 



 

Pág. 1/4

Sobre mim

foto do autor

Pesquisar

Sigam-me

Subscrever por e-mail

A subscrição é anónima e gera, no máximo, um e-mail por dia.

Comentários recentes

  • Laura Afonso

    Centro de Artes Nadir Afonso em Boticas

  • Anónimo

    E estas chávenas podem ser adquiridas onde? :)

  • Anónimo

    Gostaria de saber se tem mais imagens sobre os IV ...

  • Laura Afonso

    Sim, divindade egípcia, Thot ou Thoth

  • Mario Ricca

    Será THOTH , a divindade egípcia ?

Links

Autobiografia_Nadir Afonso

Blogs

Sites Nadir Afonso

Links

blog.com.pt

Arquivo

    1. 2019
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2018
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2017
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2016
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2015
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2014
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2013
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2012
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2011
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2010
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2009
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2008
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D
    1. 2007
    2. J
    3. F
    4. M
    5. A
    6. M
    7. J
    8. J
    9. A
    10. S
    11. O
    12. N
    13. D